Cerca
Close this search box.

Canto d’Infanzia

Gli avvenimenti delittuosi che hanno coinvolto l’infanzia e le giovinezza, cronaca rumorosa di questi giorni, ma anche silente realtà quotidiana in tanti giorni della nostra modernità, mi hanno fatto cambiare il mio leggere odierno.

Niente economia, finanza, politica, scienze dure: poesia per i cuori delle vittime e dei carnefici; vittime e carnefici, vittime tutte della nostra incapacità di dare all’infanzia e alla giovinezza l’amore che salva e prepara.

Canto d’Infanzia
(Rabindranath Tagore, 1861-1941)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto